Granduca Jean di Lussemburgo

Doppio click sull'immagine per ingrandirla

Diminuisci
Ingrandisci

Altre immagini

  • Granduca Jean di Lussemburgo
De Leo Francesco

Il Granduca Jean di Lussemburgo


Prefazione di Paul Dühr, Postfazione di Danilo Taino


Acquista il libro: Libri da Asporto | IBS.it | Amazon | laFeltrinelli.it | libreriauniversitaria.it |
Acquista l'e-book: Amazon | Apple iBookstore | Giunti al Punto | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | MondadoriStore |
Contiene una conversazione esclusiva con Sua Altezza Reale Henri Granduca di Lussemburgo


«I fondamenti della nostra civiltà sono la solidarietà, la giustizia, la tolleranza e il rispetto dell’altro»
Granduca Henri di Lussemburgo


Contea di origine feudale, il Lussemburgo, stretto tra Francia, Belgio e Germania e retto da una monarchia costituzionale, è oggi l’unico Granducato al mondo. Un angolo d’Europa davvero incantevole su cui regna Sua Altezza Reale il Granduca Henri, primogenito del Granduca Jean – scomparso ad aprile del 2019 a 98 anni – colui che ha permesso al Lussemburgo di diventare quello che è oggi: sede di molte istituzioni e agenzie continentali, centro finanziario di grandissimo rilievo internazionale, uno scrigno nel cuore dell’Europa. Il Granduca trascorse l’intera vita lottando per la libertà. Si arruolò come volontario nell’Esercito britannico durante la Seconda Guerra Mondiale per combattere il nazismo, unendosi alle Irish Guards su consiglio di Re Giorgio VI. Fu protagonista del D-Day partecipando allo Sbarco in Normandia, prese parte all’occupazione di Caen, alla liberazione di Bruxelles e del Lussemburgo, all’offensiva verso Arnhem e all’invasione della Germania. Il Granduca Jean regnò sul «più piccolo dei grandi Paesi» dal 1964 al 2000, per poi abdicare in favore di suo figlio Henri. Le conversazioni raccolte in questo volume, a partire da quella con l’attuale Granduca, raccontano tutto l’amore di Jean per il Lussemburgo, per l’Europa e per la libertà.

Prefazione di Paul Dühr, Ambasciatore e Rappresentante Permanente del Lussemburgo in Italia. Postfazione di Danilo Taino, editorialista del Corriere della Sera. Con le testimonianze di: Cardinal Jean-Claude Hollerich, Arcivescovo di Lussemburgo e Presidente della Commissione degli episcopati dell’Ue; Pierre Gramegna, Ministro delle Finanze del Granducato di Lussemburgo; Lorenzo Bini Smaghi, Presidente di Société Générale, già membro del Comitato Esecutivo della BCE; Stéphane Kayser, storico.

Francesco De Leo, giornalista, si occupa di attualità internazionale. Dirige Affari Internazionali, la rivista online dell’Istituto Affari Internazionali, di cui è responsabile della comunicazione. Conduce su Radio Radicale la trasmissione «Spazio transnazionale». Ha diretto «L’Interprete Internazionale», dorso mensile del quotidiano Il Riformista e ha scritto per Italianieuropei il libro «L’OndaVerde d’Iran» (2019). Cura per La Stampa la rubrica «Affari Reali». Ha pubblicato Elisabetta II Regina (2016) e, per le nostre edizioni, L’ultimo Scià d’Iran (2019).

Anno: 2020 | Pagine: 208 | Collana: (BR) | Edizione: Guerini e Associati

ISBN: 9788862507820

Disponibilità: Non disponibile

€ 25,00