Come i social hanno ucciso la comunicazione

Doppio click sull'immagine per ingrandirla

Diminuisci
Ingrandisci

Altre immagini

  • Come i social hanno ucciso la comunicazione
Bosticco Guido, Magnoli Bocchi Giovanni Battista

Come i social hanno ucciso la comunicazione

Con una proposta per la nuova era

Con i contributi di Elia Belli, Roberta Franceschetti, Arianna Girard, Guido Mariani


Acquista il libro: Amazon | laFeltrinelli.it | libreriauniversitaria.it | mondadoristore.it
Acquista l'e-book: Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Giunti al Punto | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it |


Messaggi stereotipati e urlati, informazioni in eccesso, slogan e hashtag ripetitivi. In questo bombardamento incessante, diventa vitale – per i singoli e per le aziende – cambiare il modo di porsi. È la proposta di questo agile saggio che smonta i meccanismi della comunicazione, così da offrire al lettore strumenti nuovi per esprimere la propria identità in rete e il proprio brand, aziendale o personale che sia. Se il mercato ormai vive sui social, sono i social più forti del mercato stesso? Sì e no. I big player del web sono giganti in grado di influenzare l’opinione pubblica globale, ma anche vulnerabilissimi alle mode e ai gusti di un pubblico divenuto ingovernabile massa. E i social hanno di fatto paralizzato la comunicazione. Aziende, politica, privati devono sgomitare per avere voce nelle piazze virtuali, disposti a snaturarsi pur di emergere. Ma ci siamo mai chiesti davvero che cosa vogliamo dire? Abbiamo cercato di definire la nostra identità, chi siamo, che cosa abbiamo da esprimere? Invece di spendere tempo e risorse per comunicare, sottostando a regole imposte da giganti con i piedi di argilla, lavoriamo su di noi. La nuova era dell’espressione è più vicina di quanto crediamo.

Guido Bosticco insegna scrittura all’Università di Pavia e alla Scuola del Viaggio. Ha fondato Epoché, un’agenzia di progettazione e comunicazione culturale e istituzionale. È co-direttore della Vittorio Dan Segre Foundation. È membro del Comitato Etico della Fondazione Umberto Veronesi. Scrive reportage di viaggio ed è autore di una manciata di libri.

Giovanni Battista Magnoli Bocchi si occupa di storiografia, retorica e comunicazione politica, cioè del racconto della realtà a fini politici. Collabora con le università di Pavia e di Strasburgo. Insegna Forme di potere e comunicazione nel mondo greco, presso l’Ateneo pavese. Fra le sue pubblicazioni: Politica e Storia nella Retorica di Aristotele e La resilienza dell’antico. Il passato alla prova del presente.

Anno: 2020 | Pagine: 176 | Edizione: Guerini Next

ISBN: 9788868963361

Disponibilità: Non disponibile

€ 15,00