C'ero, ci sono, conto di restarci

Doppio click sull'immagine per ingrandirla

Diminuisci
Ingrandisci

Altre immagini

  • C'ero, ci sono, conto di restarci
Balzano Giusi

C'ero, ci sono, conto di restarci

Storia di un imprenditore informatico



Giovanni è un uomo di origini contadine, in un ventennio di duro lavoro nel settore del software per commercialisti e consulenti del lavoro, è diventato uno degli imprenditori più importanti a livello nazionale. Dopo la vendita a un fondo d'investimento con l'obiettivo di varcare i confini nazionali, si ritrovo solo. Abbandonato dai soci, non si dà per vinto. Decide di rimettersi in gioco nonostante le difficoltà e in qualche anno la sua vecchia azienda, che per un'intero vita è stata come un'amante, diventa la sua principale antagonista. Non è facile affrontare le umiliazioni; tornare sul mercato con delle piccole realtà dopo essere stato ai vertici del successo. La malattia risulta come il sintomo dei numerosi affronti subiti. Perché un uomo di successo all'improvviso vede capitolare ogni cosa? Come può reagire? Attaccandosi alla vita. Non resta altro che andare avanti, affrontare le difficoltà, vincere su tutto, rinascere, come la Fenice, dalle sue stessi ceneri.


C'ero, ci sono e conto di restarci è un inno alla perseveranza. Il passato è radicato nel presente, fra il passato e il presente c'è la speranza del futuro.

Anno: 2017 | Pagine: 224 | Edizione: LOG Edizioni

ISBN: 9788898072149

Disponibilità: Disponibile

€ 21,00