Hiroshima e il nostro senso morale

Doppio click sull'immagine per ingrandirla

Diminuisci
Ingrandisci

Altre immagini

  • Hiroshima e il nostro senso morale
Agnoli Paolo

Hiroshima e il nostro senso morale

Analisi di una decisione drammatica

prefazione di Giulio Sapelli


L’utilizzo delle bombe atomiche sulle città di Hiroshima e Nagasaki alla fine della seconda guerra mondiale rimane probabilmente la decisione più controversa della storia contemporanea. Ancora oggi non è facile intavolare un dibattito laico e razionale, libero da pregiudizi ideologici, sulle scelte di realizzare e poi usare il nuovo ordigno.
Si è trattato di un evento mortale diverso dai genocidi del Novecento: la bomba e la sua deflagrazione sono il frutto di una logica concatenata di scoperte scientifiche, innovazioni tecnologiche, dubbi e crisi di coscienza. Un processo che investe la cuspide direttiva della più grande potenza mondiale e alcuni dei suoi esponenti che sono sin dall’inizio consapevoli del tragico dilemma cui andavano incontro, sin dalla preparazione della bomba, per finire con la distruzione di una moltitudine di vite umane. Paolo Agnoli, nel suo libro, descrive questo intricato percorso come un susseguirsi di scelte tragiche e di dilemmi etici.
Anno: 2013 | Pagine: 262 | Edizione: Guerini e Associati

ISBN: 9788862504690

Disponibilità: Non disponibile

€ 21,50