Atlantide. La statura dell'uomo

Doppio click sull'immagine per ingrandirla

Diminuisci
Ingrandisci

Altre immagini

  • Atlantide. La statura dell'uomo
Fondazione per la Sussidiarietà

Atlantide. La statura dell'uomo


Atlantide N. 27


Il rapporto con l’infinito è inscritto nella natura di ogni uomo, così come l’urgenza di una soluzione al suo dramma esistenziale. Non rispettare la struttura originale dell’uomo è precipitarlo nel nulla: se l’io, infatti, non riconosce un oltre misterioso che lo genera continuamente, finisce schiavo del potere, qualunque sia il volto che esso assume nella vita e nella società. Denaro, successo e ricercata egemonia diventano le maschere di una soddisfazione che alla fine cadono, lasciando vuoti e soli. Perché tutto è piccolo di fronte alla sete sconfinata di una ragione per vivere.
Solo uomini certi della propria identità sono liberi di incontrare chiunque e di collaborare alla costruzione di un bene per tutti. È il contributo che gli autori di Atlantide intendono dare alla scoperta della inesorabile positività del reale, unica condizione per una ripresa che abbia nell’io il protagonista della crescita sociale, un io che nessun terremoto, fisico o sociale, può ridurre a nulla.
Anno: 2012 | Pagine: 209 | Edizione: Guerini e Associati

ISBN: 9788862504348

Disponibilità: Non disponibile

€ 5,00