Procedure di valutazione e referee

Sia i volumi inseriti in collane dotate di Comitato scientifico, sia singole pubblicazioni possono essere sottoposti a procedure di valutazione, secondo i criteri qui esposti.

L’opera – si tratti di monografia o di opera collettanea – deve affrontare un tema di grande importanza dal punto di vista scientifico, relativamente alla materia in oggetto. Inoltre deve possedere caratteri di originalità ed essere presentata nella forma espositiva (dal punto di vista della struttura e del linguaggio) più idonea alla comprensione e alla diffusione presso il pubblico di riferimento. Sarà valutato anche il complesso degli apparati (figure, tabelle, riferimenti bibliografici ecc.), al fine dell’accertamento della validità della ricerca e dei risultati ottenuti. Infine, l’opera dovrà essere conforme agli obiettivi della collana, in termini sia di rigore scientifico sia di possibili utilizzazioni didattiche.

La procedura di valutazione prevede:

- La selezione, da parte del Comitato scientifico, di uno o più referee (solitamente due), che rimarranno anonimi

- L’invio del manoscritto, in forma anonima, da parte della Casa editrice ai referee indicati

- La  compilazione, da parte del referee, di una scheda predisposta dalla Casa editrice, costituita da un punteggio quantitativo relativo ai criteri sopraesposti e da una serie di commenti in forma libera riguardanti analiticamente i medesimi criteri (importanza dell’argomento, originalità della proposta, forma espositiva, apparati, congruenza con gli obiettivi della collana). Il referee dovrà quindi fornire un giudizio sintetico finale, valutando l’opera: a) realizzabile così com’è stata proposta; b) realizzabile così come è stata proposta, fatti salvi alcuni limitati aggiustamenti nell'articolazione del volume; c) realizzabile, a patto che l’autore risolva i problemi che sollevo nei commenti, e dopo una seconda verifica; d) non adatta alla pubblicazione.

- La scheda di valutazione sarà inviata, sempre in forma anonima, al singolo autore e alla direzione di collana. Nel caso (c) l’opera, una volta rivista, sarà rinviata al referee per un nuovo giudizio.

- In casi controversi o qualora non ci fosse accordo tra i due referee si prevede il ricorso al giudizio di un terzo referee. L’autore, nel caso fosse gravemente in disaccordo con la valutazione effettuata, può rispondere con un proprio documento, che sarà debitamente archiviato.

La Casa editrice, cui spetta l’esecuzione della procedura, vigilerà affinché l’iter valutativo sia seguito correttamente e porti ai risultati richiesti. Tutte le schede di valutazione sono archiviate digitalmente presso la Casa editrice. Nei volumi sottoposti a referaggio le relative modalità  saranno citate nella pagina della collana o in quella del colophon.