Orientarsi nel pensiero - Nuova serie

 

«Orientarsi vuol dire: data una regione dello spazio trovare le rimanenti, in particolare l’Oriente. Posso ora ampliare questo concetto geografico del procedimento dell’orientarsi e intendere con questa parola: orientarsi in uno spazio dato in generale; infine posso ampliare ancora questo concetto, in modo da farlo consistere nella facoltà di orientarsi non soltanto nello spazio, ma in generale nel pensare, cioè logicamente.»
I. Kant, Che cosa vuol dire orientarsi nel pensiero? (1786)

Comitato Scientifico:

Gernot Böhme (Technische Universität Darmstadt/Institut für Praxis der Philosophie Darmstadt); Alfredo Civita (Università degli Studi di Milano); Enzo Costa (Università degli Studi del Molise); Michele Di Francesco (Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia); Elio Franzini (Università degli Studi di Milano); Tonino Griffero (Università degli Studi di Roma Tor Vergata); Alfonso M. Iacono (Università degli Studi di Pisa); Richard Shusterman (Florida Atlantic University).

8 Prodotto/I

per pagina

Imposta ordine ascendente

8 Prodotto/I

per pagina

Imposta ordine ascendente